Storia & Tradizione

Il Vino conforta la speranza

(Aristotele)

Siamo negli anni cinquanta, le ferite della guerra si vedono ancora sui muri e sui volti, ma l’amore per la vita prevale su tutto. “Nonnu Rafaeli“, reduce dall’esperienza di guerra è riuscito a tornare perché sapeva di essere atteso dalla sua amata “Uccia” e dalla sua terra. La terra, la nostra forza, le nostre radici più profonde fatte di storia, di tradizione, di profumi, di sudore…”Nonnu Rafaeli“, piccolo grande uomo, semplice e caparbio, umile e lungimirante ha speso la sua vita per i suoi vigneti, per le sue uve raccolte a mano. Mio padre, è cresciuto respirando la vendemmia annusando l’odore del mosto, spiando la fermentazione nei grandi tini di legno, nelle vasche e nelle cisterne, ascoltando i canti delle donne tra i filari assolati: Mio padre ha “ereditato” tutti questi valori.

Continuare nella viticoltura è stata una scelta naturale per chi come lui aveva una grande esperienza maturata nel settore, gli stessi gesti, lo stesso amore la stessa passione di sempre.

Ora siamo alla terza generazione!

I vigneti sono quelli di sempre, vecchi alberelli di “Negroamaro” e “Primitivo“, con alte gradazione i profumi eccezionali, che si crogiolano sotto il sole di Cellino San Marco. Cura e coltivazione eseguite con assoluto rispetto dell’ambiente e con sistemi biologici. Lo stesso riguarda per la vendemmia, con la raccolta manuale e la trasformazione nel palmiento.

Oggi la svolta rappresentata dal desiderio di realizzare tutta la filiera produttiva dell’uva, dalla coltivazione all’imbottigliamento. Obiettivo è quello di riprodurre vini personali, unici vini competitivi per valorizzare un patrimonio unico.

Un atto d’amore e di rispetto nei confronti di mio Nonno, di mio Padre e della nostra Terra! Un messaggio di qualità, dedizione e semplicità. Una ricerca di innovazione tecnologica. Tutto questo dettato da un genuino entusiasmo.

Oggi esserci, per me, è una grande gioia! Punto di partenza: Passione e Determinazione! Punto di forza: quantità poca, qualità molta! Punto di arrivo: lo deciderete Voi…!


History & Tradition “Wine comforts hope”

We are in the fifties, the wounds of war can still be seen on the walls and faces, but the love of life prevails over everything. “Nonnu Rafaeli”, a veteran of the war experience, managed to return because he knew he was awaited by his beloved “Uccia” and his land. The land, our strength, our deepest roots made of history, tradition, perfumes, sweat … “Nonnu Rafaeli”, little big man, simple and stubborn, humble and far-sighted, he spent his life for his vineyards , for its hand-picked grapes. My father grew up breathing the harvest smelling the smell of the must, spying on the fermentation in large wooden vats, vats and tanks, listening to the songs of the women among the sunny rows: My father “inherited” all these values.

Continuing in viticulture was a natural choice for those like him who had a great experience in the sector, the same gestures, the same love, the same passion as always.

We are now in the third generation! The vineyards are the same as always, old saplings of “Negroamaro” and “Primitivo”, with high alcohol content and exceptional aromas, which bask under the sun of Cellino San Marco. Care and cultivation carried out with absolute respect for the environment. The same applies to the harvest, with manual harvesting and transformation.

Today the turning point is represented by the desire to realize the entire grape production chain, from cultivation to harvest. The goal is to reproduce personal wines, unique competitive wines to enhance a unique heritage. An act of love and respect for my grandfather, my father and our land! A message of quality, dedication and simplicity. A search for technological innovation, All this dictated by genuine enthusiasm. Being there today is a great joy for me! Starting point: Passion and Determination! Strength: low quantity, high quality! Arrival point: you decide…!